Fano Jazz by The Sea 2018: una panoramica della 26° edizione

posted by Guido Landini, In Jazz Festival

In questo articolo si parla di:

Fano Jazz by The Sea 2018: una panoramica della 26° edizione

Ci siamo. Mancano pochi giorni all’inizio della ventiseiesima edizione del Festival, tanti eventi e aree tematiche si distribuiscono nella consueta cornice: la città di Fano e, ovviamente, il mare.
Immaginiamo per un attimo di poter avere una panoramica di tutto il Festival.Cosa ci dobbiamo aspettare da questa edizione? Come ci dobbiamo muovere? Esiste una sorta di percorso che lega le varie iniziative e i luoghi del Festival?

Main Stage

Qui troviamo il cuore caldo che batte: la Rocca Malatestiana è dove risiede l’energia del Festival. Se tutte le strade portano a Roma, tutti i palchi portano al Main Stage, e la sua programmazione sintetizza al meglio gli intenti artistici di questa edizione: Brad Mehldau Trio, Vijay Iyer Sextet, Stanley Clarke Band, Paolo Fresu Devil Quartet, Dee Dee Bridgewater, Andy Sheppard Quartet, Bill Frisell, GoGo Penguin, Ba Cissoko (alla Golena del Furlo). Per maggiori informazioni sugli artisti e l’acquisto dei biglietti, qui.

I palchi tematici

Alla Pinacoteca San Domenico è affidato il palco Exodus per la rassegna Gli echi della Migrazione con ingresso libero: uno spazio sonoro dedicato a tutte le voci perdute in mare e che la musica ha il potere di evocare. Young Stage alla Rocchetta è invece la casa che accoglie i giovani interpreti della musica creativa contemporanea: una preziosa occasione per presentare al pubblico nuove formazioni e nuovi lavori discografici

Villaggi e attività collaterali

Aperitivi, dj-set, yoga, Campus Musicale, concerto all’alba: il programma del Jazz Village è ricco di attività ad ingresso gratuito, quasi un festival dentro al Festival. E non mancano le novità di questa edizione, come la rassegna Cosmic Journey, in cui dj e musicisti sono pronti a esplorare il dialogo tra black music e nuove tecnologie.
Davanti al Village, nella sala Malatestiana, segnaliamo Narrazioni in Jazz, quattro incontri che si dedicano ai legami tra jazz e scrittura ed analizzano le interazioni tra questo genere musicale e la letteratura, l’architettura, il cinema e il fumetto.

Al di là del palco

Non solo chiese e piazze, ma anche valori e idee. Non solo concerti e performance, ma anche formazione e informazione. Un’ossatura invisibile sostiene tutto il Festival.
Nella nostra panoramica rientrano allora temi come quello dell’ecosostenibilità e dell’inclusione, temi entrati con il tempo nel DNA di Fano Jazz by the Sea e che guidano le scelte organizzative: una testimonianza di come la musica possa andare al di là del semplice intrattenimento e assumere la consistenza di un impegno sociale.

Esistono tanti modi diversi di vivere l’esperienza della 26° edizione, il nostro Festival esprime la parola jazz in un’ampia gamma di significati. Ma qualunque sia il percorso che preferiremo, rimarrà comunque una bussola a guidarci tra le varie iniziative: una passione inesauribile per la musica.

 

Per maggiori informazioni:

info@fanojazznetwork.org
tel. 0721 584321
cell/whatsapp 388 6464241

Tickets

 

Foto di Andrea Rotili